Margherita Grotto

Vedi tutti i suoi post
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Dieci inverni [DVD] - un film di Valerio Mieli

Sinossi:
Inverno 1999. La giovane Camilla è appena arrivata a Venezia per studiare. Anche un ragazzo che nota sul vaporetto è appena arrivato nella laguna. Inizia tra i due una sognante storia d'amore che, per dieci anni, li porterà da Venezia a Mosca, tra litigi, viaggi, nuove relazioni,...
Ogni inverno è una fotografia sul loro rapporto.

Punti di forza:
Nessuna sbavatura in questa storia di sentimenti che ci viene proposta senza mielosità e senza retorica.

Punti deboli:
Alcune situazioni sembrano costruite in modo improbabile, dando l'impressione che nella realtà scene simili non potrebbero mai accadere (vedi prima notte dei due protagonisti).

Curiosità:
A dare un tocco in più ad un film già piacevole, il cameo di Vinicio Capossela mentre esegue al piano alcune sue canzoni. Una colonna sonora, la sua, che permette di accompagnare meravigliosamente la nostalgica bellezza del film.

...perché vederlo?
Perché la scelta di raccontare una storia solo attraverso il periodo invernale dà allo spettatore la possibilità di interrogarsi sui restanti mesi dell'anno: dove sono i protagonisti? Cosa staranno facendo? Stanno ancora disperdendo troppi minuti di non-amore oppure l' intensità del sentimento ha richiesto un tempo adeguato (e prolungato) per un meritevole compimento amoroso?
Il regista Valerio Mieli riesce a rappresentare i sentimenti dei suoi personaggi anche grazie al non detto. Le interpretazioni dei due protagonisti, nonché il loro fascino, sono lodevoli.

The elephant man [DVD] - directed by David Lynch

Sinossi:
John Merrick è stato gravemente sfigurato alla nascita da una rara malattia. Il suo viso deformato mostra i lineamenti di un elefante.
Sfruttato come fenomeno da baraccone, Merrick soffre il tormento di essere un emarginato, fino a che un chirurgo non si accorge di lui, lo libera e ne riconosce un uomo gentile, buono e pacifico.

Punti di forza:
Un cast impareggiabile, che funziona perfettamente, ed una sceneggiatura elegante e commovente ne fanno uno dei migliori film del regista David Lynch.

Punti deboli:
Narrativamente parlando, mostra alcuni tratti molto asciutti.

Curiosità:
Bisogna attendere 30 minuti prima di vedere sullo schermo l' “Uomo Elefante” e 40 prima di sentirlo parlare.

...perché vederlo?
Film ispirato alla vera storia di John Merrick, celebra la dignità umana e la ricchezza della diversità come nessuna pellicola ha mai fatto prima.

I segreti di Brokeback mountain [DVD] - regia [di] Ang Lee

Sinossi:
Sui pascoli di Brokeback Mountain, due giovani cowboys si conoscono, si studiano, diventano amici e, infine, si abbandonano ad una passione senza scampo e senza futuro. Quando l'estate termina, i due lasciano i pascoli e prendono due strade distinte.
Entrambi costruiscono famiglie.
Finché Jack non decide di far visita ad Ennis. Basta poco per capire che il fuoco, tra loro, non si è mai spento.
Sfideranno clandestinità, menzogne, sensi di colpa e pregiudizi pur di far valere il loro amore.

Punti di forza:
La sceneggiatura è ben strutturata, la fotografia è spettacolare, la colonna sonora delicata, la regia da Oscar e le interpretazioni dei protagonisti maschili indimenticabili.

Punti deboli:
A tratti lento, ma la sensibilità con cui è trattato un argomento così “forte” non fa pesare questo elemento.

Curiosità:
Prima di essere affidato al regista artisticamente versatile e culturalmente elastico Ang Lee, il progetto di questo film era stato proposto a Gus Van Sant e a Pedro Almodóvar.

...perché vederlo?
Vincitore di 3 premi Oscar, di 4 Golden Globe e Leone d'Oro a Venezia 2005.
Intimamente aderente al romanzo di Annie Proulx, il film calca un terreno che, per tabù, non era stato mai battuto prima: l'omosessualità. Un tema, questo, delicato e coraggioso, che viene proposto ad un grande pubblico senza filtri

Marnie [DVD] - directed by Alfred Hitchcock

Sinossi:
Marnie è una donna bugiarda, psicologicamente instabile, che cerca di derubare Mark, l'uomo per cui lavora. Istintivamente Mark decide di sposarla e cerca di scoprire le cause del suo comportamento ossessivo. Quando un incidente spinge la moglie verso l'abisso, Mark la obbliga ad affrontare i fantasmi del passato.

Affermazioni dello stesso Hitchcock:
“Mi piaceva soprattutto l'idea di far vedere un amore feticista. Un uomo vuol andare a letto con una ladra perché è ladra...”

Curiosità:
Durante le prove con il bel protagonista maschile Sean Connery, Tippi Hedren si lamentò con Hitchcock: “Marnie dovrebbe essere un personaggio sessualmente indifferente. Ma tu lo hai visto Sean?”
La risposta fu molto diretta e sarcastica, nello stile hitchcockiano: “Certo mia cara. Proprio per questo ciò che fai si chiama recitazione!”

Cameo (breve apparizione “straordinaria” nel film da parte del regista):
Hitchcock esce dalla camera di un hotel guardando la protagonista che passa nel corridoio.

...perché vederlo?
Perché Hitchcock si trova qui alle prese con un tema scabroso e disturbante, quale la sessualità repressa, con il feticismo e con la psicoanalisi, già affrontata in altre opere, tra cui La donna che visse due volte e Psyco. E a tutti questi elementi il maestro del brivido dedica una cura particolare e attenta.

Gli uccelli [DVD] - directed by Alfred Hitchcock

Sinossi:
Quando l'attraente bionda Melanie arriva a Bodega Bay per far visita allo scapolo d'oro Mitch, viene aggredita misteriosamente da un gabbiano. Tutto ad un tratto migliaia di uccelli assediano la città, assalendo chiunque e seminando il terrore.
I due protagonisti si ritrovano a dover difendere le proprie vite dalla furia omicida dei volatili.

Affermazioni dello stesso Hitchcock:
“Potrebbe essere il film più sconvolgente che io abbia mai realizzato!”

Curiosità:
Sul set c'erano uccelli veri, ammaestrati e finti ovunque.
C'era pure Charlie, un gabbiano ammaestrato a cui avevano chiuso il becco con del filo di ferro, perché non ferisse nessuno. Giusto poco prima dell'inizio delle riprese, Charlie volò via. Tutti i componenti della troupe furono presi dal panico e si misero a correre per la spiaggia nel tentativo di recuperarlo e riportarlo sul set in tempo per il suo primo piano.

Cameo (breve apparizione “straordinaria” nel film da parte del regista):
Hitchcock esce da un negozio di animali tenendo, al guinzaglio, due fox terrier bianchi.

...perché vederlo?
Perché si è di fronte ad uno dei film più difficili del maestro. Una pellicola piena di effetti speciali, realizzati in un periodo in cui l'animazione computerizzata doveva ancora comparire. In tal senso, è una pellicola che ha precorso i tempi. La musica, poi, viene sostituita da versi e rumori di uccelli, che vanno a regalare ancora più tensione ad un film già ricco di suspense.

[1]: Psycho [DVD] - directed by Alfred Hitchcock

Sinossi:
Marion, affascinante impiegata, ruba un bel po' di soldi alla società immobiliare per cui lavora e fugge. Passerà la prima notte in un motel. Il proprietario è Norman, all'apparenza un ottimo ragazzo che manifesta soltanto qualche piccola stranezza.
La donna qui troverà la morte, nella famosa scena sotto la doccia, in cui viene aggredita da una persona le cui sembianze si intravvedono appena.
Si mettono alla ricerca della donna sia un detective privato che la sorella, fino ad arrivare alla scoperta del killer misterioso.

Affermazioni dello stesso Hitchcock:
“In Psyco del soggetto mi importa poco, dei personaggi anche. Quello che mi importa è che il montaggio dei pezzi del film, la fotografia, la colonna sonora e tutto ciò che è puramente tecnico possano far urlare il pubblico.”

Curiosità:
Il film “Hitchcock” (2013) con Anthony Hopkins nel ruolo del regista è, in sostanza, la storia della realizzazione del film Psyco.
La sequenza dell'uccisione di Janet Leigh sotto la doccia – accompagnata dal motivo musicale di Bernard Herrmann, con le note agghiaccianti dei violini - è divenuta un cult, tanto da essere stata ripresa in molti film successivi.
Hitchcock chiese che fosse vietato l'ingresso in sala a film iniziato, per il fatto che la scena madre della pellicola (la protagonista uccisa sotto la doccia) si situa nella prima metà del film.

Cameo (breve apparizione “straordinaria” nel film da parte del regista):
Hitchcock, poco dopo l'inizio del film, appare con un cappello da cowboy sulla testa di fronte l'agenzia dove lavora la protagonista.

...perché vederlo?
Si tratta del più grande successo commerciale di Hitchcock, nonché uno dei film più conosciuti del maestro. Suggestivo, inquietante ed indimenticabile. Un insegnamento per molti film successivi del genere.

La donna che visse due volte [DVD] - directed by Alfred Hitchcock

Sinossi:
Scottie, detective che soffre di vertigini, viene incaricato da un amico di pedinare la moglie affetta da manie suicide.
L'investigatore si innamorerà della donna, ma la sua fobia gli giocherà brutti scherzi nel portare a termine il suo dovere.

Affermazioni di James Stewart a proposito del rapporto artistico con la sua partner nel film, Kim Novak:
“Funzionava. Tra noi c'era una forte intesa.”

Curiosità:
Stroncato dalla critica alla sua uscita, nel 1958, negli anni '80 venne rivalutato e inserito nelle classifiche internazionali dei migliori film del mondo.
Il motivo della spirale torna in modo martellante e maniacale: nei titoli di testa realizzati da Saul Bass, nello chignon di Madeleine, nei cerchi concentrici del tronco di sequoia, nella scala a chiocciola del campanile, negli incubi di Scottie.

Cameo (breve apparizione “straordinaria” nel film da parte del regista):
Hitchcock passeggia tenendo in mano la custodia di uno strumento musicale nelle vicinanze di un cantiere navale.

...perché vederlo?
Perché è un film ipnotico, introspettivo, ossessivo ed estremamente sensuale. Anche lo spettatore è trascinato nel vortice di vertigini come il protagonista, nonché nel continuo gioco di rimandi, di specchi, di personaggi confusi.

L' uomo che sapeva troppo [DVD] - directed by Alfred Hitchcock

Sinossi:
Ben e Jo, due genitori americani, vanno in vacanza in Marocco con il loro figlio. Dopo che una spia muore tra le braccia di Ben in piazza a Marrakech, la coppia scopre che il figlio è stato rapito e portato in Inghilterra. I due vengono, così, precipitati in un incubo di spionaggio internazionale, omicidi e sgomento. Presto anche le loro vite saranno appese ad un filo, a mano a mano che si avvicinano all'angosciante momento decisivo nella Royal Halbert Hall, a Londra.

Affermazioni sul film:
“E come un solo colpo di piatti ha messo in crisi la vita di un'intera famiglia americana.”

Curiosità:
Il film è accompagnato, a livello musicale, dalla canzone “Que sera, sera”, che dà l'opportunità ai genitori di portare a termine la liberazione del figlio rapito.

Cameo (breve apparizione “straordinaria” nel film da parte del regista):
Hitchcock assiste, di spalle, ad uno spettacolo di saltimbanchi arabi al mercato di Marrakech, poco prima del delitto.

...perché vederlo?
Anche solo per assaporare la sequenza finale di 10 minuti senza dialoghi, fatta solo di musica, di attesa e di suspense (tanta suspense!), nell'attesa del colpo di piatti che dovrà dare il via ad un altro colpo, quello di pistola.

Caccia al ladro [DVD] - directed by Alfred Hitchcock

Sinossi:
Robie, ex ladro di gioielli, è sospettato di essere il responsabile di una serie di furti di gemme preziose avvenuti in diversi hotel di lusso sulla Costa Azzurra, e deve provare la sua innocenza. Quando incontra Frances, ereditiera viziata, usa gli eleganti gioielli della madre come esca per attirare il misterioso ladro. Il piano, però, fallisce e tutti credono sia lui il colpevole ancora una volta. Riuscirà a dimostrare la sua estraneità a questi furti?

Affermazioni dello stesso Hitchcock:
“In questo film la satira è sempre caustica ma, raggiunto lo scopo, ricade nel sorriso, non nella smorfia.”

Curiosità:
Terza e ultima collaborazione di Grace Kelly con il regista Alfred Hitchcock, dopo Il delitto perfetto (1954) e La finestra sul cortile (1954). Fu nel set di questo film, girato in Costa Azzurra, che conobbe il suo futuro marito, il principe Ranieri III di Monaco.
Hitchcock la definì “ghiaccio bollente” per la la sua bellezza al contempo glaciale e sensuale.

Cameo (breve apparizione “straordinaria” nel film da parte del regista):
Hitchcock siede in fondo ad un autobus a fianco di Cary Grant.

...perché vederlo?
Perché sa di vacanza, di caldo, di estate, di relax e buonumore, non dimenticando la suspense e il colpo a sorpresa del finale.

La finestra sul cortile [DVD] - directed by Alfred Hitchcock

Sinossi:
Il fotoreporter Jefferies è costretto ad un'ultima settimana di convalescenza con un'ingessatura alla gamba sinistra prima di poter tornare al suo lavoro.
In questa calda settimana estiva trascorre il tempo affacciato alla finestra del suo appartamento a scrutare le vite dei vicini di casa. Fra questi, c'è un pacato uomo di mezza età che si prende cura della moglie malata. Quando questa improvvisamente scompare, Jefferies comincia a spiare ed indagare, assieme alla sua altolocata ed affascinante fidanzata, sempre più ossessivamente i comportamenti dell'uomo, convinto che lui l'abbia assassinata.

Affermazioni dello stesso Hitchcock:
“Una sola immensa scenografia e tutto il film visto attraverso gli occhi dello stesso personaggio.”

Curiosità:
I fratelli Coen, nel film del 1990 Crocevia della morte, riprendono – in una sequenza - un poster affisso ad una parete che riporta un incontro di boxe su cui si legge il nome Lars Thorwald, il personaggio interpretato da Raymond Burr ne La finestra sul cortile.

Cameo (breve apparizione “straordinaria” nel film da parte del regista):
Hitchcock carica un orologio a pendolo in casa di un musicista.

...perché vederlo?
Perché ci si riesce ad immedesimare completamente con il protagonista-voyeurista e con la curiosità dettata, nel suo caso, dall'impossibilità di muoversi, nel caso nostro, di spettatori, dall'impossibilità di distoglierci da una storia così avvincente.

Paura in palcoscenico [DVD] - [regia di] Alfred Hitchcock

Sinossi:
Johnny è sospettato di aver ucciso il marito della sua amante Carlotta, nota stella del music-hall. Chiede, così, aiuto all'amica Vera, dicendole che in realtà è Carlotta la colpevole. Vera cercherà di farla confessare, invano. Ma l'assassino è proprio Johnny, indotto da Carlotta: il caso si risolverà a teatro.

Affermazioni dello stesso Hitchcock:
“C'era un elemento che mi interessava: l'idea di girare una storia sul teatro.”

Curiosità:
I costumi sono stati appositamente realizzati dallo stilista Christian Dior.
Anche la figlia del regista, Patricia Hitchcock, compare nella pellicola come personaggio secondario.

Cameo (breve apparizione “straordinaria” nel film da parte del regista):
Hitchcock si volta a guardare l'attrice Jane Wyman che parla da sola per strada.

...perché vederlo?
Perché nessuno, se non Hitchcock, riuscirebbe a trasformare un teatro in una fortezza di terrore.

Nodo alla gola [DVD] - directed by Alfred Hitchcock

Sinossi:
Due giovani studenti strangolano (per il solo gusto del brivido, nella versione americana, per una fatalità, nella versione italiana), un compagno di studi.
La cassapanca-tomba del loro amico sarà il tavolo da buffet utilizzato per il successivo cocktail party con amici e familiari che terranno in casa loro.
Per gli inconsueti discorsi che durante la serata verranno proposti – tra cui “gli ingredienti per realizzare il delitto perfetto” - il loro ex professore, invitato alla festa, inizierà ad insospettirsi. Le sue teorie accademiche sono state trasformate in orribile realtà.

Affermazioni del protagonista Farley Granger:
(per girare riprese così lunghe, senza tagli, gli oggetti di scena dovevano essere continuamente spostati dai tecnici fuori scena) “Uno dei miei problemi principali era fidarmi che, ogni volta che mi dovevo sedere, ci fosse una sedia al posto giusto, che l'attrezzista avesse fatto in tempo a spostarla.”

Curiosità:
Fu il primo film a colori girato da Hitchcock e il suo primo film come regista-produttore indipendente. Assolutamente innovativo nella modalità di ripresa: girò l'intero film a singola inquadratura su un unico set della Warner Brothers, in piani sequenza di 10 minuti ciascuno.

Cameo (breve apparizione “straordinaria” nel film da parte del regista):
Hitchcock, ad inizio film, attraversa la strada con una donna.
Il suo profilo appare successivamente, per un breve momento, su un'insegna al neon che si riflette sulla finestra dell'appartamento.

...perché vederlo?
Perché è uno dei thriller più avvincenti del maestro. Funziona dall'inizio alla fine.
La tensione è continua e quasi ossessiva per uno spettatore che, dalla prima inquadratura, sa già tutto degli assassini.

Io ti salvero [DVD] - [regia di] Alfred Hitchcock

Sinossi:
Constance è un'affascinante dottoressa che lavora presso una clinica psichiatrica, una donna completamente dedita al suo lavoro.
Quando arriva l'ammaliante dottor Edwards, in sostituzione del vecchio direttore, tra i due si scatena la passione. Ma Edwards avrà dei comportamenti strani, che porteranno la bella Constance - assieme all'aiuto del suo vecchio professore di psicoanalisi - a scoprire molto del passato di lui e... “salvarlo”.

Affermazioni dello stesso Hitchcock:
“Questo film è una sorta di caccia all'uomo in un involucro di psuedo-analisi.”

Curiosità:
Le immagini oniriche sono state appositamente realizzate dall'artista surrealista Salvador Dalí.

Cameo (breve apparizione “straordinaria” nel film da parte del regista):
Hitchcock esce da un ascensore nella hall di un albergo, fumando e portando un violino sotto braccio.

...perché vederlo?
Si è ammaliati (non è un caso che la traduzione letteraria del titolo originario “Spellbound” sia “affascinato, incantato”) dalle implicazioni psicologiche di un film che, nel 1945, apre la strada ad una disciplina che troverà maggiore ascolto negli anni a venire, la psicoanalisi.

2: Contenuti speciali [DVD]

Sinossi:
È la storia di Blanche Dubois, una vedova tormentata, vittima dell'alcool e del sesso, che va ad abitare a New Orleans in casa della sorella Stella. Qui tenterà di farsi sposare da un corteggiatore maturo e instaurerà un ambiguo rapporto di seduzione con il grezzo e cafone cognato che la porterà alla follia.

Punti di forza:
Il regista Kazan si insinua con eccellente maestria nella psicologia dei personaggi, evidenziando la ferocia del linguaggio, la brutalità dell'esibizione dei corpi e la sporcizia degli interni di appartamenti come degli animi.
Un giovane Marlon Brando si fa conoscere al pubblico.

Punti deboli:
Non c'è un minimo di pietà nel ritrarre le figure femminili, in particolare.

Curiosità:
Il 2013 è l'anno dell'autore di questo dramma: Tennessee Williams (si ricordano i 30 anni dalla sua morte).
La sua genialità e la sua innovazione vengono celebrate con una serie di allestimenti teatrali, tra cui ricordiamo quello alternativo di Latella (Un tram che si chiama desiderio), quello tradizionale di De Capitani (Improvvisamente l'estate scorsa) e l'interpretazione di Scarlett Johansson per La gatta sul tetto che scotta.
Egli ha sempre introdotto nelle proprie opere molto della sua persona (da riferimenti all'omosessualità, alla lobotomia di sua sorella per volere della madre, ecc...), spesso sottoposte a censura.
Il film ha ricevuto 9 nomination agli Oscar e vinto 4 statuette.
Nel 1993 è stato rieditato con i 4 minuti a suo tempo censurati.

...perché vederlo?
Perché tratto da un dramma cult controverso di un autore brillante, quale è stato Tennessee Williams, un dramma precursore dell’emancipazione femminile e della rivoluzione sessuale anni’60.
Interpretazioni sublimi (Marlon Brando in primis).
Un capolavoro cinematografico.

Il laureato [DVD] - directed by Mike Nichols

Sinossi:
Ben, laureato, inesperto dei fatti della vita, si mette all'opera per recuperare il tempo perduto. Sceglie di farlo sfidando apertamente valori e morale della generazione dei suoi genitori.
Sedotto dalla moglie del miglior amico del padre, inizierà un eccitante rapporto, fino a che non si innamorerà della figlia di lei.

Punti di forza:
Colonna sonora indimenticabile, firmata da Simon & Garfunkel.

Punti deboli:
Nonostante anticipi, in qualche tratto, i futuri fermenti del Sessantotto, gli spunti di polemica sociale e di denuncia del conformismo sono deboli e semplicistici.
Si sottolinea l'incomunicabilità tra il protagonista e il mondo adulto, anche se è un mondo da cui Ben prende relativamente le distanze, non rifiutandone, comunque, i privilegi.

Curiosità:
Motivo di diverse future citazioni in altre opere cinematografiche, tra cui Shrek 2.
La gamba che si vede nella locandina non è quella di Anne Bancroft, che interpreta Mrs. Robinson, bensì quella di Linda Gray, al tempo ancora sconosciuta, ma che diverrà – una decina d'anni dopo - la famosa Sue Ellen Ewing nella serie Dallas.

...perché vederlo?
Perché è in questo film che Dustin Hoffman muove i primi passi cinematografici e per lasciarsi stimolare da un finale aperto.

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Nessun post ancora inserito nel Forum

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate

Non vi sono ricerche pubbliche salvate