Community » Forum » Recensioni

Sei come sei
4 2 0
Mazzucco, Melania G.

Sei come sei

Torino : Einaudi, 2013

Abstract: Sul treno per Roma c'è una ragazzina. Sola e in fuga, dopo un violento litigio con i compagni di classe. Fiera e orgogliosa, Eva legge tanti libri e ha il dono di saper raccontare storie: ha appena undici anni, ma già conosce il dolore e l'abbandono. Giose è stato una meteora della musica punk-rock degli anni Ottanta, poi si è innamorato di Christian, giovane professore di latino: Eva è la loro figlia. Padre esuberante e affettuoso, ha rinunciato a cantare per starle accanto, ma la morte improvvisa di Christian ha mandato in frantumi la loro famiglia. Giose non è stato ritenuto un tutore adeguato, e si è rintanato in un casale sugli Appennini. Eva è stata affidata allo zio e si è trasferita a Milano. Non si vedono da tempo. Non hanno mai smesso di cercarsi. Con Giose, Eva risalirà l'Italia in un viaggio nel quale scoprirà molto su se stessa, sui suoi due padri, sui sentimenti che uniscono le persone al di là dei ruoli e delle leggi, e sulla storia meravigliosa cui deve la vita. Drammatico e divertente, veloce come un romanzo d'avventura, "Sei come sei" narra con grazia, commozione e tenerezza l'amore tra un padre e una figlia, diversi da tutti e a tutti uguali, in cui ciascuno di noi potrà riconoscersi.

1600 Visite, 2 Messaggi

E' un romanzo per chi è disposto a partire dal postulato che "niente di ciò che è umano mi è estraneo". Le tematiche sono scabrose: coppia omosessuale, figlia nata con la fecondazione assistita, da madre surrogata... Eppure, a mente aperta, e superato lo scoglio delle prime pagine, a mio avviso abbastanza superflue, ma forse immancabili in un libro della dottissima Melania Mazzucco, si entra in una narrazione emozionante, che si muove fluidamente con grandissima sensibilità e abilità sui sentieri complessi dei sentimenti, delle situazioni, della varia ed inedita umanità incarnata nei personaggi. Eva Gagliardi è una ragazzina sull'orlo dell'adolescenza che riesce a districarsi in una situazione dolorosissima con la forza profonda e leggera di un elfo. Con gli altri personaggi, primo fra tutti il padre Giose, è capace di incidere un ricordo che sicuramente modificherà il nostro giudizio sulle spinose tematiche toccate impavidamente dalla Mazzucco in questo libro, ahimè troppo breve.

Monica Carraro
52 posts

Un bel romanzo, scritto con la profondità e la dolcezza che contraddistinguono la Mazzucco. Un tema "nuovo", che non viene trattato spesso dalla letteratura. Alcuni passi di una poesia e di una intensità commoventi.
Consigliato.

  • «
  • 1
  • »

3596 Messaggi in 3016 Discussioni di 561 utenti

Attualmente online: Ci sono 63 utenti online