Community » Forum » Recensioni

La donna che visse due volte [DVD]
0 1 0
Hitchcock, Alfred

La donna che visse due volte [DVD]

[s.l.] : Universal studios, c2002

Abstract: L'agente di polizia John Ferguson ha una certa predisposizione alle vertigini, e tale sua particolarita F causa di un incidente che provoca la morte di un suo collega: in seguito a questo fatto Johnny da le dimissioni. Un suo amico, Galvin Elster, lo incarica di vigilare sulla propria moglie Madeleine, la quale da qualche tempo si comporta in modo strano. I suoi atteggiamenti sembrano dar credito ad un'incredibile supposizione: che in Madeleine riviva lo spirito di una sua bisnonna morta suicida in tragiche circostanze. Johnny si rifiuta di credere a tale assurdita, ma non riesce a trovare una spiegazione logica di quanto ha modo di accertare. Egli salva una prima volta Madeleine che, in preda ad un'allucinazione, si getta in mare, ma non riesce a salvarla una seconda volta quando la donna, sfuggitagli, sale su di un campanile e si getta nel vuoto. Johnny non ha potuto trattenerla perchT, colto dalle vertigini, ha dovuto fermarsi. Egli si era innamorato di Madeleine e nel suo intimo si sente responsabile della sua morte. Il ricordo di Madeleine diventa per Johnny un'ossessione: gli sembra di vederla in ogni donna e, soprattutto, in una commessa di nome Judy, che assomiglia in modo incredibile alla scomparsa. In realta Judy F la donna che Johnny ha conosciuto sotto il nome di Madeleine. Essendo l'amante di Galvin Elster, si F prestata all'attuazione di un diabolico piano ideato da costui per disfarsi, senza pericolo, della moglie. Judy ha recitato la parte dell'allucinata fino alla scena del campanile: il corpo che Johnny ha visto precipitare era quello della vera Madeleine, che il marito ha ucciso. Messo in sospetto, Johnny costringe Judy a seguirlo sul campanile, dove le strappa un'aperta confessione. Spaventata dall'inattesa apparizione di una suora, richiamata dalle voci concitate dei due, Judy precipita nel vuoto.

973 Visite, 1 Messaggi

Sinossi:
Scottie, detective che soffre di vertigini, viene incaricato da un amico di pedinare la moglie affetta da manie suicide.
L'investigatore si innamorerà della donna, ma la sua fobia gli giocherà brutti scherzi nel portare a termine il suo dovere.

Affermazioni di James Stewart a proposito del rapporto artistico con la sua partner nel film, Kim Novak:
“Funzionava. Tra noi c'era una forte intesa.”

Curiosità:
Stroncato dalla critica alla sua uscita, nel 1958, negli anni '80 venne rivalutato e inserito nelle classifiche internazionali dei migliori film del mondo.
Il motivo della spirale torna in modo martellante e maniacale: nei titoli di testa realizzati da Saul Bass, nello chignon di Madeleine, nei cerchi concentrici del tronco di sequoia, nella scala a chiocciola del campanile, negli incubi di Scottie.

Cameo (breve apparizione “straordinaria” nel film da parte del regista):
Hitchcock passeggia tenendo in mano la custodia di uno strumento musicale nelle vicinanze di un cantiere navale.

...perché vederlo?
Perché è un film ipnotico, introspettivo, ossessivo ed estremamente sensuale. Anche lo spettatore è trascinato nel vortice di vertigini come il protagonista, nonché nel continuo gioco di rimandi, di specchi, di personaggi confusi.

  • «
  • 1
  • »

3570 Messaggi in 2996 Discussioni di 555 utenti

Attualmente online: Ci sono 4 utenti online