Community » Forum » Recensioni

Io ti salvero [DVD]
0 1 0
Hitchcock, Alfred

Io ti salvero [DVD]

Bologna : Ermitage, c2004

Abstract: La giovane dottoressa Petersen, assistente in una casa di cura per malati di mente, apprende un giorno che il Dr. Edward, noto scienziato, F stato nominato direttore in sostituzione del Dr. Fleury. Giunge il nuovo direttore ma un complesso di indizi molto seri fanno pensare alla dottoressa di trovarsi di fronte ad un caso di sostituzione di persona. Dopo qualche giorno il nuovo direttore le confessa di non essere il Dr. Edward ma di esserne l'assassino. Durante la notte quest'essere enigmatico lascia la clinica. Quando riesce a rintracciarlo, la dottoressa si convince ben presto di aver a che fare con un malato di mente. Attraverso un'indagine psicanalitica la dottoressa pu= rievocare la scena del presunto assassinio del Dr. Edward, avvenuto in montagna. La riproduzione esatta della scena provoca nel malato una crisi durante la quale il giovane riacquista la memoria e rievoca un episodio della sua infanzia che da alla dottoressa la chiave del mistero.

987 Visite, 1 Messaggi

Sinossi:
Constance è un'affascinante dottoressa che lavora presso una clinica psichiatrica, una donna completamente dedita al suo lavoro.
Quando arriva l'ammaliante dottor Edwards, in sostituzione del vecchio direttore, tra i due si scatena la passione. Ma Edwards avrà dei comportamenti strani, che porteranno la bella Constance - assieme all'aiuto del suo vecchio professore di psicoanalisi - a scoprire molto del passato di lui e... “salvarlo”.

Affermazioni dello stesso Hitchcock:
“Questo film è una sorta di caccia all'uomo in un involucro di psuedo-analisi.”

Curiosità:
Le immagini oniriche sono state appositamente realizzate dall'artista surrealista Salvador Dalí.

Cameo (breve apparizione “straordinaria” nel film da parte del regista):
Hitchcock esce da un ascensore nella hall di un albergo, fumando e portando un violino sotto braccio.

...perché vederlo?
Si è ammaliati (non è un caso che la traduzione letteraria del titolo originario “Spellbound” sia “affascinato, incantato”) dalle implicazioni psicologiche di un film che, nel 1945, apre la strada ad una disciplina che troverà maggiore ascolto negli anni a venire, la psicoanalisi.

  • «
  • 1
  • »

3570 Messaggi in 2996 Discussioni di 555 utenti

Attualmente online: Ci sono 7 utenti online