Community » Forum » Recensioni

1: Il film [DVD]
0 1 0
Kazan, Elia

1: Il film [DVD]

[Milano] : Warner home video Italia [distributore], c2006

Abstract: Rimasta vedova a causa del suicidio del marito, la fragile Blanche si trasferisce da Laurel, Mississippi, a New Orleans, a casa di sua sorella Stella, sposata con il brutale Stanley Kowalski. Blanche in realta F fuggita a causa della sua condotta scandalosa e ha perduto la proprieta di famiglia, della quale una parte spettava a Stella, e comincia a raccontare una serie di bugie per coprire il suo passato, ma Stanley vuole vederci chiaro. Fra gli amici del cognato, Blanche conosce il timido Mitch, che subisce il fascino della donna, ma Stanley scopre la verita sulla cognata e informa l'amico, che si allontana, cancellando cos8 la possibilita per Blanche di rifarsi una vita. Ma fra Stanley e la cognata c'F un sottile gioco di seduzione, a cui Blanche non F estranea, che finira con uno stupro, conducendo la donna in manicomio, mentre Stanley si riconciliera con la moglie che ha appena partorito.

888 Visite, 1 Messaggi

Sinossi:
È la storia di Blanche Dubois, una vedova tormentata, vittima dell'alcool e del sesso, che va ad abitare a New Orleans in casa della sorella Stella. Qui tenterà di farsi sposare da un corteggiatore maturo e instaurerà un ambiguo rapporto di seduzione con il grezzo e cafone cognato che la porterà alla follia.

Punti di forza:
Il regista Kazan si insinua con eccellente maestria nella psicologia dei personaggi, evidenziando la ferocia del linguaggio, la brutalità dell'esibizione dei corpi e la sporcizia degli interni di appartamenti come degli animi.
Un giovane Marlon Brando si fa conoscere al pubblico.

Punti deboli:
Non c'è un minimo di pietà nel ritrarre le figure femminili, in particolare.

Curiosità:
Il 2013 è l'anno dell'autore di questo dramma: Tennessee Williams (si ricordano i 30 anni dalla sua morte).
La sua genialità e la sua innovazione vengono celebrate con una serie di allestimenti teatrali, tra cui ricordiamo quello alternativo di Latella (Un tram che si chiama desiderio), quello tradizionale di De Capitani (Improvvisamente l'estate scorsa) e l'interpretazione di Scarlett Johansson per La gatta sul tetto che scotta.
Egli ha sempre introdotto nelle proprie opere molto della sua persona (da riferimenti all'omosessualità, alla lobotomia di sua sorella per volere della madre, ecc...), spesso sottoposte a censura.
Il film ha ricevuto 9 nomination agli Oscar e vinto 4 statuette.
Nel 1993 è stato rieditato con i 4 minuti a suo tempo censurati.

...perché vederlo?
Perché tratto da un dramma cult controverso di un autore brillante, quale è stato Tennessee Williams, un dramma precursore dell’emancipazione femminile e della rivoluzione sessuale anni’60.
Interpretazioni sublimi (Marlon Brando in primis).
Un capolavoro cinematografico.

  • «
  • 1
  • »

3570 Messaggi in 2996 Discussioni di 555 utenti

Attualmente online: Ci sono 7 utenti online