Community » Forum » Recensioni

Di tutte le ricchezze
4 4 0
Benni, Stefano <1947- >

Di tutte le ricchezze

Milano : Feltrinelli, 2012

Abstract: Martin è un maturo professore e poeta che si è ritirato a vivere ai margini di un bosco: è una nuova stagione della vita, vissuta con consapevolezza e arricchita dai ricordi e dalle conversazioni che Martin intrattiene con il cane Ombra e con molti altri animali bizzarri e filosofi. In questa solitudine coltiva la sua passione di studioso per la poesia giocosa e per il Catena, un misterioso poeta locale morto in manicomio. Questa tranquillità, che nasconde però strani segreti, è turbata dall'arrivo di una coppia che viene a vivere in un casale vicino: un mercante d'arte in fuga dalla città e Michelle, la sua bellissima e biondissima compagna. L'apparizione di Michelle, simile a una donna conosciuta da Martin nel passato, gonfia di vento, pensieri e speranze i giorni del buon vecchio professore. Il ritmo del cuore e il ritmo della vita prendono una velocità imprevista. Una velocità che una sera, a una festa di paese, innesca il vortice di un fantastico giro di valzer. Leggende, sogni, canzoni, versi di un poeta che la tradizione vuole folle e suicida, telefonate attese, contattisti rock, cinghiali assassini, visite di colleghi inopportuni, comiche sorprese, goffi corteggiamenti e inattese tentazioni: tutto riempie di nuova linfa una stagione che si credeva conclusa, e che si riapre sul futuro come un'alba. Martin e tutti quelli che lo circondano sembrano chiusi in un bozzolo di misteri: si tratta di attendere la farfalla che ne uscirà.

1684 Visite, 4 Messaggi

Delizioso! un romanzo lieve sull'amore e l'innamoramento, e sull'inesausta capacità di innamorarsi anche quando l'età suggerirebbe, saggiamente, di evitare di esporsi ancora. Un romanzo che svela anche i meccanismi del "fare cultura" come lavoro. Molto sincero e simpatico da leggere. Memorabili le ultime due pagine, pronte per innumerevoli citazioni.

Foglia
90 posts

Son d'accordo con te Incantevole, poetico con il desiderio di vivere la vita nel qui ed ora.
Bellissima questa semplice e significativa frase:
" Io non posso dire DOMANI " disse lei

Crisma
49 posts

L'ho letto con avidità e mi è piaciuto il modo inusuale di mescolare la narrazione al presente con quella al passato e di dare la parola agli animali di tanto in tanto senza strafare, come se fossero un alter ego del protagonista. Bello!

Monica Carraro
52 posts

Una narrazione ricca, con un taglio diverso, che nello svolgersi del romanzo inserisce citazioni e poesie dedicate alla vita e all'amore. Si snoda così fra le righe del libro la storia del protagonista, il vecchio professor Martin, che pronto ormai ad un'esistenza ritirata e in solitudine, viene invece nuovamente "ripreso" nel vortice della vita dall'arrivo della bella e giovane Michelle. Nella storia trovano posto le leggende, i misteri e i segreti del luogo, le conversazioni con i saggi animali del bosco e gli scritti lasciati dal poeta Catena. L'atmosfera è quella di una "favola vera"!

  • «
  • 1
  • »

3597 Messaggi in 3017 Discussioni di 561 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.