Community » Forum » Recensioni

Il valzer dell'impiccato
2 3 0
Deaver, Jeffery

Il valzer dell'impiccato

Milano : Rizzoli, 2017

Abstract: Un uomo viene prelevato con la forza a pochi isolati da Central Park e caricato su un’automobile. Unica testimone una bambina, unico indizio un cappio abbandonato sul marciapiede, realizzato con una corda per strumenti musicali. Lincoln Rhyme e Amelia Sachs avrebbero altro a cui pensare, visto che stanno per sposarsi e partire per la luna di miele, ma c’è una vita da salvare. La squadra si mette subito al lavoro e in poche ore lo sconosciuto sequestratore ha un profilo: per il Compositore, così lo ha battezzato Rhyme, la tortura delle vittime è lo spartito di una macabra melodia. La caccia all’uomo ha inizio, una ricerca serrata che da un vecchio capannone di New York conduce il criminologo e la detective fin nei vicoli di Napoli, nei cunicoli che solcano il sottosuolo della città, a stretto contatto con gli investigatori italiani, tra scontri di competenze, collaborazioni clandestine e indagini scientifiche sempre più sofisticate. Il tempo stringe, e lo stesso cappio che Rhyme e Sachs hanno trovato sulla scena del crimine ora deve fermare la mano di un killer spietato e inafferrabile. Ci sono tutti gli ingredienti del miglior Jeffery Deaver: ritmo, azione, paesaggi inusuali.

566 Visite, 3 Messaggi
Luca Zurlo
23 posts

Bello questo romanzo di Deaver, che mostra come il nostro paese, la nostra cultura e gli Italiani gli piacciano. Ha studiato bene per renderlo realistico quanto più possibile. Mi fa piacere vedere la sua dedica a Faletti scomparso tre anni fa. Lo consiglio come uno dei suoi migliori.

E' piaciuto molto anche a me, sempre grande rhyme!

E' piaciuto molto anche a me, sempre grande rhyme!

  • «
  • 1
  • »

3142 Messaggi in 2628 Discussioni di 507 utenti

Attualmente online: Ci sono 12 utenti online