Community » Forum » Recensioni

La nonna vuota il sacco
4 2 0
Dische, Irene

La nonna vuota il sacco

Vicenza : N. Pozza, [2006]

Abstract: Quando negli anni Venti conobbe Carl, Elisabeth Rother era veramente un fiore... un fiore germanico: folti capelli castani, naso fine, occhioni azzurri e labbra perfettamente scarnite. Bastava guardarla per capire che la sua famiglia doveva aver avuto ascendenze nobiliari. Carl, invece, aveva gli occhi ancora più grandi ma neri, un naso adunco, le ossa spesse. Suo padre era proprietario di un negozio di ferramenta in una cittadina dell'Alta Slesia. Nella sua famiglia gli uomini portavano lo zucchetto e le donne la parrucca, poiché erano ebrei da innumerevoli generazioni. Quando Carl ed Elisabeth si sposarono, Carl indossava l'uniforme, con tanto di medaglie e spadino alla cintola. Sembrava il classico gentiluomo tedesco dalle credenziali morali ineccepibili. E, del resto, era un medico rispettabile, un chirurgo di prim'ordine. Per la famiglia di Elisabeth, però, quel matrimonio non era soltanto un errore, era il primo passo verso il baratro. Ma Elisabeth amava il suo sposo ebreo, l'amava così tanto che quando nel '37 divennero tragicamente evidenti gli effetti della legge nazista per la protezione del sangue e dell'onore tedesco, scappò col suo amato marito in America, nel New Jersey, una terra nuova ma barbara, una terra che non conosceva nobiltà, mentre i suoi fratelli diventavano gerarchi del regime.

590 Visite, 2 Messaggi

Brillante e spiritoso. Certamente da leggere e con un bel finale.

Mattia Nichele
106 posts

Un'epopea famigliare esilarante dove gli uomini fanno da contorno. Le donne sono le vere protagoniste di questa famiglia: viaggiano, pregano, litigano ma alla fine si ritrovano sempre.
Molto ironico, a tratti sarcastico.
Consigliato!

  • «
  • 1
  • »

3300 Messaggi in 2769 Discussioni di 528 utenti

Attualmente online: Ci sono 15 utenti online